Ta Hua, il senza glutine con gli occhi a mandorla.

Ta Hua

Non potete capire quanto sia contenta di aver scoperto questo ristorante. Penso sia il migliore nel suo genere e meriti una visita anche tralasciando il piccolissimo particolare che probabilmente è l’unico realmente sicuro per i nostri villi. La cucina cinese rischia di essere davvero pericolosa, non me ne vogliano i ristoratori, ma è lampante che la maggior parte dei locali usa in larghissima parte cibo congelato e la caccia all’allergene è davvero difficile. Col Ta Hua ho avuto il piacere di mangiare ancora i miei piatti preferiti, ma la sorpresa è stata ancora più grande quando ho scoperto che la qualità è nettamente superiore a quanto assaggiato in passato.

Partiamo dalla location: Via Fara 15, adiacenze fermata metro gioia. L’arredamento è gradevole, moderno con un tocco zen: trovo bellissimo il soffitto dal quale pendono tronchetti.

TAHUA-CAROUSEL-RESTAURANT

Non è il classico ristorante asiatico milanese: non so se  ci avete fatto caso, ma ultimamente noto che i ristoranti cinesi di Milano tendono a rifarsi il look: addio dragone rosso e imagese quadri con ingordi panda che si ingozzano di bambù (che teneri!) e benvenuto restyling minimalista dalle tinte scure.
Stanno diventando tutti uguali, con le loro pareti bigie, i tavolini tovagliati di rosso ed il look che strizza l’occhio verso un’eleganza che a certi locali non è richiesta e talvolta risulta anche difficile da mantenere. Inoltre, sembra che ogni ristorante cinese avverta l’impellente necessità di buttarsi nel business del sushi, possibilmente in formula ayce e dalla discutibile qualità. Mi mancano i bei ristorantini cinesi pacchiani, quelli in cui con pochi spicci si mangia roba fritta e spaghetti di soia. Mi mancano le nuvole di drago smangiucchiate in compagnia delle tinte rosso ed oro alle pareti. Colgo l’occasione per consigliare ai normovillati (i non celiaci) un ristorantino cinese in centro (tra Piazza Duomo e via Larga, in via Paolo da Cannobio) che ancora resiste alla lusinghe del minimalismo, lo Shangai Hung Hing. Si mangia bene, si spende poco ed è adorabile.
Il Ta Hua è un’altra merce. L’effetto che si ha entrando nel locale (la  bellezza degli arredi) è un preludio perfetto per l’ottimo cibo che viene servito.

La mia cena è cominciata con le domande di rito al camerie di turno, a cui è toccata la rogna di beccarsi il mio interrogatorio. Mi ha risposto con competenza e cortesia.
Gli antipasti sono i piatti più problematici, nel senso che due o tre sono idonei rispetto alla lista del menu.  Io ho scelto dei ravioli di gamberi ed un cannellone di riso, sempre ripieno di gamberi.

20141217_212021 20141217_212132

I ravioli sono eccezionali, mai mangiati di così buoni. Vengono cucinati a vista, una vetrata in sala permette di ipnotizzarsi di fronte alla scena della cottura e all’abilità della cuoca. Il cannellone di riso buono, ma io non faccio testo perchè adoro la pasta di riso; facendolo assaggiare alle amiche ho avuto pareri contrastanti (è stato definito molliccio ed anonimo). Dovendo scegliere, vi consiglierei i ravioli ad occhi chiusi.

Primi e secondi comportano meno difficoltà, si può scegliere più liberamente ed eventualmente vengono oroposte modifiche alla ricetta. Io ho scelto degli spaghetti di soia con gamberi e verdure (senza salsa di soia ovviamente, ma ho potuto aggiungere a crudo del tamari che mi è stato portato ad inizio cena ed è rimasto a mia disposizione per tutto il pasto). Purtroppo non ho scattato foto, la fame mi ha distratta e mi ha fatto fiondare sui miei fantastici spaghettini.

Last but not least, il dolce.
20141217_223000(1)

Dolce al cucchiaio con cioccolato bianco e caffè. Sicuramente la mia portata preferita. So che non è orientale nemmeno un po’, ma era delizioso. Alla cucchiaiata si avvertiva il sapore ricco ed intenso del cioccolato bianco: prima una grandissima dolcezza in bocca e sul finale ecco arrivare un sentore di caffè che spezzava il tutto e ti puliva le papille. La cosa incredibile è che non stufava mai, cucchiaio dopo cucchiaio l’ho gustata senza stancarmi.

Questa era la terza volta che andavo al Ta Hua. La prima volta sono andata a pranzo (vengono proposti dei menu fissi abbastanza convenienti, i piatti sono piuttosto semplici, ma anche in questa occasione le aspettative non vengono deluse) e la seconda a cena (mangiando un buon secondo, un cestino di patate con pesce, verdure e anacardi, buono ma un po’ sciapino per i miei gusti: corretto con del Tamari era ottimo).

I prezzi: come detto, a pranzo i menu permettono di mangiare con meno di dieci euro, ma sicuramente la scelta è molto ridotta rispetto alla sera. Come avrete capito leggendo queste righe, non è il classico cinese e la qualità lo dimostra ampiamente. Questa è la ratio che sta dietro ai pezzi, superiori alla media per questo genere. Non vi sto parlando di prezzi impossibli (uno spaghetto di soia con verdure e gamberi costa 8 euro) ma preferisco segnalare che i prezzi potrebbero essere superiori a quanto siete abituati. A mio modesto avviso, ne vale sicuramente la pena.

Il personale? Gentile, preparato, cordiale. Il ragazzo in cassa è di una gentilezza e simpatia eccezionali, ci ha sempre accolto in maniera splendida. Per amor del vero, una lamentela mi tocca farla (ahi ahi), ma è l’unica e piccola: la ragazza che accoglie i clienti è stata poco gentile in un paio di occasioni. Erano momenti particolarmente concitati e capisco che possa esserle sfuggito il controllo, ma a nessuno fa piacere sentirsi di troppo. Ovviamente non è stato un grosso problema e non ha pregiudicato l’esperienza: la stessa persona è stata gentile in altre occasioni o a fine serata salutando.

Per concludere: al Ta Hua ho trovato ingredienti di prima scelta freschissimi e sapori sorprendenti. Promosso a pieni voti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...